popstrap.com

Notizie flash

È stato pubblicato su "Archivio di Etnografia" il mio saggio: 
MUSICHE A MEMORIA-Pietro Sassu e il Trentino, fra ricerca,
divulgazione e multimedia
Download
Sono usciti finalmente il DVDbook VOCI ALTE-Tre giorni a Premana (Fondazione Levi, VE), e il CDbook STELLE, GELINDI, TRE RE (Nota, UD); per info e prenotazioni (a prezzo scontato) mandatemi una mail.
PDF Stampa E-mail

Francesco… ne la presenza
del Soldan superba

Ispirato all’incontro tra S. Francesco ed il Sultano d’Egitto Melek El Kamel, attraverso le analogie con la mistica delle confraternite Sufi.
Santuario di S. Romedio (TN), 22 luglio 2007

Testi: S. Francesco, Rumi Mevlana
Elaborazione testi: Angelo Rusconi
Musiche: tradizioni liturgiche dell’Europa e del Medio Oriente
Cantori francescani: Gruppo vocale L. Feininger
Cantori ortodossi: Coro Emolpleya, Plovdiv, Bulgaria
Suonatori Konia: Ensamble Theatrum Instrumentorum
Narratore Andrea Brunello
S. Francesco Padre Paolo
Rumi Mevlana Zakaria El Koura
Ideazione e regia: Renato Morelli

Anno 2007

Rassegna stampa
DVD


continua…

Sono note le analogie fra la mistica di S. Francesco e quella del suo coevo Mevlana di Konia (turchia), il santo fondatore delle confraternite Sufi (con i Dervisci rotanti), che si sono diffuse successivamente nelle varie regioni dell’Islam. Del resto lo stesso S. Francesco incontrò il Sultano d’Egitto Melek El Kamel (incontro rappresentato anche da Giotto negli affreschi della Basilica di Assisi) durante la terza Crociata e condivise con lui dei momenti di preghiera (ricordati anche da Dante nella Divina Commedia).
FRANCESCO …..NE LA PRESENZIA DEL SOLDAN SUPERBA intende dunque proporre un momento di riflessione su queste vicende, attraverso letture mirate di testi dei due santi, e l’ascolto di musiche a questi ispirate. I testi di S. Francesco sono letti in italiano da fra Paolo (un giovane frate francescano di Trento) mentre per quelli di Mevlana in arabo viene coinvolto il figlio dell’Imam di Cles. Infine un attore professionista legge la traduzione in italiano nonché i testi di raccordo curati da Angelo Rusconi.
Lo spettacolo è stato prodotto in occasione del centesimo anniversario della proclamazione del culto di S. Romedio alla chiesa universale.