popstrap.com

Notizie flash

È stato pubblicato su "Archivio di Etnografia" il mio saggio: 
MUSICHE A MEMORIA-Pietro Sassu e il Trentino, fra ricerca,
divulgazione e multimedia
Download
Sono usciti finalmente il DVDbook VOCI ALTE-Tre giorni a Premana (Fondazione Levi, VE), e il CDbook STELLE, GELINDI, TRE RE (Nota, UD); per info e prenotazioni (a prezzo scontato) mandatemi una mail.
PDF Stampa E-mail

Destràni Taràf
Musiche tradizionali della memoria europea Klezmer, tzigane, trentine.

Rassegna stampa
CD
DVD

continua…

Destràni in dialetto trentino significa nostalgia mentre Taràf è il termine turco-rumeno per indicare l'orchestra, specialmente quella tzigana.
«Orchestra della nostalgia» dunque, che propone un itinerario ragionato di musica popolare trentina attraverso le sue relazioni con il contesto alpino e più in generale europeo.
Particolare attenzione viene riservata alla musica di quelle comunità dell’Europa centro-orientale che – assieme al Trentino – facevano parte un tempo della stessa area culturale, molto variegata ma per certi aspetti omogenea, individuabile grosso modo nell’impero austro-ungarico: musica tradizionale balcanica, ungherese,  rumena, ucraina, tzigana. Si tratta di materiale in gran parte di tradizione orale, indagato comunque da alcune ricerche etnomusicologiche a partire da quelle attivate nel secolo scorso dall'Institut für Volksmusikforschung di Vienna e rivolte a tutte le aree dell'impero (dai Carpazi alle Alpi) compresa quella trentina, tzigana e Klezmer (la musica popolare degli ebrei ashkenaziti, che ha saputo distillare nel tempo quella straordinaria contaminazione di stilemi musicali propri dei grandi «giacimenti» dell’Europa dell`est).
Destràni Taràf presenta alcuni momenti di questi repertori utilizzando gli stilemi dei Klezmorin, suonatori ebrei itineranti attraverso territori e lingue di tre imperi (austro-ungarico, zarista, ottomano). I Klezmorin "orecchiavano" le musiche tradizionali dei vari paesi riproponendoli poi nei contesti festivi (matrimoni, funerali, feste patronali etc.) attraverso la loro personale "mediazione".
Musica tradizionale, «disperatamente gioiosa», che mantiene ancor oggi la capacità di trasmettere emozioni attraverso i suoni del ricordo e della memoria. Memoria europea ma anche trentina: in questo contesto Destràni Taràf dedica particolare attenzione alle due isole etnico-linguistiche, rispettivamente ladina di Fassa e della Val dei Mòcheni, una comunità germanofona dove si è conservato un singolare repertorio di balli tradizionali, eseguito con uno strumento tipico: l'organetto diatonico, chiamato rèta. Riferimenti mirati sono previsti anche per il repertorio violinistico popolare del carnevale di Bagolino-Ponte Caffaro nonché alla letteratura di Giacomo Sartori, mandolinista di Ala le cui composizioni sono entrate a far parte stabilmente dei repertori popolari di numerose orchestre a plettro, dal Giappone agli USA.

Formazione
Giordano Angeli sax soprano
Corrado Bungaro violino
Paolo Longo basso tuba
Giovanni Morelli chitarra
Renato Morelli fisarmonica
Paolo Trettel tromba

Hanno collaborato con Destràni
Lucia Maccani voce
Zarina Zahkarieva Asenova voce
Aleksey Asenov fisarmonica



la storia

Destràni taràf («Orchestra della nostalgia») è stata fondata nel 1999 da Renato Morelli e Corrado Bungaro, su un progetto musicale-culturale di Renato Morelli incentrato sul repertorio klezmer e tzigano, con un occhio di riguardo anche alla valorizzazione della tradizione musicale trentina ed europea più in generale. Il gruppo si è subito costituito in Associazione culturale per progetti musicali interculturali, compresa la collaborazione con musicisti delle minoranze europee e di area balcanica in particolare.


CD
- MINORdANZE
, Nota CD 369, Udine, 2000.
- De..STRANI CONFINI, Nota CD 426, Udine, 2002.
- ARCAICA. Dal Danubio al Mediterraneo alle radici del canto spirituale, Nota CD 545, Udine 2007, con il Gruppo vocale Laurence Feininger ed il Cuncordu di Castelsardo.
- BALLATE MIGRANTI
. Canti tradizionali trentini in salsa dixie e klezmer, Nota CD 535, Udine 2007 con il gruppo Cantiere Destràni.
- CJANTA VILOTIS.con Antonella Ruggiero, Libera music, 2008.


DVD
- DIECI ANNI DI DESTRANI, Concerto Live, Trento Contrada larga, 22 luglio 2008.
- CJANTA VILOTIS.con Antonella Ruggiero, Libera music, 2008


CD collettanei
FOLK GENETICAMENTE MODIFICATO
, CD allegato all’omonimo volume di Luca Ferrari, edizioni Nuovi Equilibri, 2003.
TRIBÙ ITALICHE-Trentino Alto Adige, CD allegato alla rivista World Music, EDT, 2006


CONCERTI

Destràni taràf
ha tenuto numerosi concerti, in Italia e all’estero (Scozia, Romania, Croazia, Messico, Ungheria, Slovacchia, Tunisia, Austria,), partecipando a vari festival, rassegne, progetti musicali. Fra i piu` significativi ricordiamo:
Musica cultura e identità con Goran Bregovic
, Trento, 1999

Aspettando le albe del mondo, Trento, 1999
Carnevale di Trento, 2000
Musica per i Saharaui, Bologna, 2000
Drodesera Festival, 2000
Musica nei castelli, 2000
Itinerari Folk, Trento, 2000
Romeno imperiale, 2000
Italian Scottish identities and connections, Edimburgh e Glasgow, 2000
Galaverna, Isera, 2000
Folkest, Udine, 2001
Le notti dei musei, Vigo di Fassa, 2001
Giovedinmusica, Cles, 2001
Pinè musica, 2001
Rovereto estate, 2001
La guerra cantata, Vermiglio, 2001
Phonè, Università di Trento, 2001
Festa provinciale dell'emigrazione, Predazzo, 2001
Semana cultural italo messicana, Vera Cruz, Messico, 2001
Festa nazionale dell'Unità sulla neve, Moena, 2002
Il canto nella musica popolare, Ponte Caffaro, 2002
I martedì del Rosmini, Trento, 2002
Giornata FAI di primavera, Trento, 2002
Pergine concerti, Civica scuola musicale, 2002
Teatro storia e memoria, Rovereto, 2002
Un Borgo e il suo fiume, Borgo Sacco, 2002
Quattro venti - arte nel territorio, Maremma, 2002-3
Le notti dei musei-montagne di pace, Val di Non, 2002
Insieme per la pace, Folgaria, 2002
Andar per malghe, Monte Bondone, 2002
Settimana della montagna, Malè, 2002
Il Cai al teatro Puccini, Merano, 2002
Musicavedine, Valle dei laghi, 2002
Nicolò Tommaseo, Convegno Museo Civico Rovereto, 2002
Festival de la Médina, Tunisi, 2002
I caffè del teatro con Moni Ovadia, 2002
Giornata della memoria, Cavalese, 2003
Concorso G. Sartori, Ala, 2003
Danube-Europe is meeting, Bratislava, Budapest, 2003
Musical notes between the two sides of Europe, Università di Vienna, 2003
Musica all'ombra degli scavi, Riva-Pranzo, 2003
Le voci del silenzio, Iron, 2003
Nei castelli del Trentino, 2003
Estate Romediana, 2003
Le vie armoniche, Monghidoro, 2003
Lavoro ed ambiente, Riva, 2003
Solstizio d'estate, Mezzocorona, 2003
Altro-mercato Festival, Verona, 2003
La città in giardino, Trento, 2003
Buio in sala, Pergine, 2003
Giornata della memoria, Mantova, Teatro Ariston, 2004
Stagione musicale, Riva del Garda, 2004
Skambio-Incroci sonori e temporali, Modena, 2004
Musica Alpina, Mozarteum, Innsbruck, 2004
Vincoli Sonori klezmer & gypsy music festival, Pinerolo, 2004
Settimana della montagna, Parco nazionale dello Stelvio, Malga Fassa, 2005
Appuntamenti a palazzo, Isera, 2005
Sentieri acustici, Pistoia, Cutignaano, 2005
Giornata della memoria, Trento, Liceo “Da Vinci”, 2006
Piemonte in musica, Villa Giulia - Pallanza, 2006
Giornata della memoria, Merano, teatro “Puccini”, 2007
Europa dei saperi, Roma, Università “LUISS”, 2007
Pasquetta in musica a Castelsardo, Castelsardo, 2007


COLONNE SONORE FILM

Le musiche dei Destràni Taràf sono state utilizzate come colonna sonora per diversi film.
Fra i più significativi ricordiamo:

OPPALALAY, regia Marco Rossitti, produzione Artemidia, Pordenone, 2001
IL GUARDIANO DEI SEGNI, regia Renato Morelli, produzione RAI sede di Trento, 2002
Premio della stampa 50° Filmfestival Trento 2002; Menzione speciale 50° Filmfestival Trento 2002; Premio Lessinia Cerro d’oro 8° Filmfestival Lessinia 2002; Gran Prix du Festival 33° Filmfestival Les Diablerets 2002; Diable d’or (Catégorie 4 – Environnement) 33° Filmfestival Les Diablerets 2002; SONDERPREIS DER JURY (Premio speciale della giuria) 14. Internationales Berg & Abenteuer Filmfestival, Graz 2002; Prix special du jury 2° Filmfestival Kairouan (Tunisia) 2003
DANUBIO - L'EUROPA SI INCONTRA, regia Luca Rosini e Alberto Bougleux, produzione Unità di Cooperazione Creativa, Bologna, 2004.
BIANCALUCE E I SETTE NANI. FAVOLA A CAVALLO, regia Godele von der Decken, produzione RAI sede di Bolzano, 2004.
LA STRADA DEI CAPELLI, regia Fredo Valla, produzione Vivalda, Publiviva, 2006.
RICORDI DI BOEMIA, regia Diego Busacca, produzione Provincia Autonoma di Trento, Format Centro Audiovisivi, 2007.
I GIORNI DELLA CIUIGA, regia Fredo Valla e Giorgio Vivalda, a cura di Sandra Tafner, produzione Publiviva Torino, 2007.
SENZA TRUCCO – Le donne del vino naturale, regia Giulia Graglia, Marco Fiumara, Effetto notte, 2011.

TV
L'orchestra Destràni Taràf è stata oggetto di numerosi servizi televisivi, realizzati da emittenti locali e dalla RAI (reti e testate) regionale e nazionale.
Tra i più significativi ricordiamo alcuni servizi per il Telegiornale regionale della RAI, un programma per la rubrica radiofonica Radio3 Suite, ed un documentario della rubrica Sorgente di vita per la regia di Cristina Cenerini, in onda su RAI 2, nei giorni 8 e 9 febbraio 2004.

TEATRO
L'orchestra Destràni Taràf ha collaborato con vari progetti teatrali.
Fra i più significativi ricordiamo:

“MA CHE GENTE È QUESTA?”
Dai diari dei Keiserjaeger trentini sul fronte orientale (1914-1918)

Con Antonio Caldonazzi e la collaborrazione di vari cori
Da un’idea di Diego Leoni

SHALÓM ALECHÉM
Simonino da Trento… una storia di persecuzione

Giornata della Memoria 2005
Racconto teatrale a più voci con il “Club Armonia”
Di Andrea Zanotti e Renzo Fracalossi

IL VIOLINO DI ROTŠIL’D
dal racconto di Anton Čechov

Giornata della Memoria 2007
Regia video: Diego Busacca
Voce e regia teatrale: Amedeo Savoia

IL CANTO DEL POPOLO EBRAICO MASSACRATO
Di Yitzhak Katzenelson
Giornata della Memoria 2008
Ideazione: Milena Cossetto
Regia: Riccardo Gadotti